COME ILLUMINARE TRAVI A VISTA 

Illuminare travi a vista è un’operazione delicata che deve essere eseguita in modo preciso; i punti luce non sono mai dove vorremmo, e presentare ai clienti le soluzioni corrette non è semplice.

Illuminiamo dall’alto verso il basso con lampade a parete o fissiamo prodotti sulle travi?

Quanta luce serve se lavoriamo con illuminazione indiretta?

Oggi per rispondere a queste domande è fondamentale realizzare un progetto.

Grazie al METODO LUCE 3D i clienti si rendono perfettamente conto di come verrà illuminata la propria casa. Viene calcolata la quantità di luce e definita la disposizione dei corpi illuminanti.

Oggi i tuoi clienti possono consultare i video dei progetti direttamente dal proprio telefono, condividerli e richiedere le modifiche.

Il risultato è una configurazione illuminotecnica perfetta.

Dialogo e collaborazione sono due aspetti importantissimi per la riuscita di un ottimo progetto.

Con il METODO LUCE 3D potrai avere le tavole di posizionamento delle lampade in cantiere e tutti gli strumenti che ti permettono di seguire i lavori passo-passo.

Sul nostro canale YOUTUBE vengono pubblicati tutte le settimane i video dei nostri progetti che stiamo realizzando, è una libreria che puoi utilizzare con i tuoi clienti per aiutarli a capire l’importanza della progettazione.

Oggi vediamo insieme un progetto realizzato all’interno di una villa con grandi spazi e travi a vista…

Buona visione !

CLICCA QUI PER ANDARE AL VIDEO

 

 

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

Buongiorno Amici di SB LUX, siamo stati assenti per qualche settimana, ma oggi ritorniamo con un prodotto che potrà aiutarvi nei vostri progetti.

Qualche mese fa abbiamo parlato di questa configurazione particolare, agganciata al nostro METODO LUCE 3D, ma non abbiamo svelato il prodotto che stavamo sperimentando.

Date le numerose richieste, sia di privati che di professionisti oggi vi scrivo due righe riguardo ad un prodotto molto interessante.

Tanti clienti che vedono le nostre foto sul sito sblux.it, ci chiedono spesso la modalità di realizzazione della gola luminosa perimetrale. 

Questo sistema lo utilizziamo molto spesso nei nostri progetti, grazie alla facilità di realizzazione e all’effetto spettacolare che crea sulle pareti.

Ma come si realizza? Come facciamo a dialogare in cantiere con chi realizza  cartongessi e installatori?

Oggi voglio presentarvi un profilo in CARTONGESSO, creato apposta per realizzare questa bellissima configurazione.

Come potete vedere dalle foto, viene installato sotto il montante del controsoffitto, a ridosso della parete.
Questo ci permette di avere uno spazio minimo per l’uscita della luce.

La barra led è già installata sul prodotto, per facilitare gli installatori nel montaggio.

Questo profilo sta risolvendo un sacco di problematiche in cantiere e tantissimi professionisti lo utilizzano per i loro progetti.

Lo trovate già disponibile in SB LUX per visionarlo e potrete analizzare tutte le caratteristiche anche sul nostro sito.

Se vuoi più informazioni sul prezzo,potenze,misure, mandaci una mail a info@sblux.it

Grazie mille e ci vediamo nella prossima puntata

Andrea Dondi.

 

 

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

COME CREARE LUCE PERIMETRALE A SCOMPARSA

Come illuminare il bagno

 

Il bagno è un ambiente che non dobbiamo mai sottovalutare, anzi è uno spazio a cui dobbiamo prestare attenzione quando andiamo ad illuminarlo.

 

Come tutte le altre stanze dobbiamo “dividerlo” in base all’utilizzo… quindi ZONA DOCCIA, ZONA SANITARI, ZONA SPECCHIO.

 

Sono 3 zone della stanza che viviamo in modi diversi, pertanto dobbiamo illuminarli con configurazioni differenti.

 

Attenzione, stiamo chiaramente parlando di un progetto di ottimo livello, partendo da zero e quindi avendo la possibilità di tracciare i punti luce a piacere.

 

Andiamo a snocciolare le varie differenze di queste 3 zone, dandovi qualche consiglio generale.

 

ZONA DOCCIA:  la zona doccia/vasca è un luogo di relax totale, pertanto dovremo comunicare questo stato d’animo attraverso la luce.

Evitiamo punti luce ad alta intensità, che possono risultare abbaglianti; puntiamo sull’emozione, quindi ottima scelta la cromoterapia.

Può essere realizzata con piccoli faretti ad incasso o con barre led regolate tramite telecomando.

Va benissimo anche utilizzare luce bianca calda purchè sia soft e dolce.

Ricordiamoci sempre di utilizzare corpi illuminanti a tenuta stagna, se vogliamo che durino tempo senza ricorrere a manutenzione.

 

ZONA SANITARI: qui possiamo tranquillamente utilizzare una sorgente di luce diretta, che spesso si “accoppia” con la luce dello specchio. E’ importante lavorare a 20-30 cm dalla parete, per convogliare il massimo della luce nella zona indicata.

Ottima scelta faretti ad incasso, linee luce ad incasso; in caso non fossimo in presenza di cartongesso, utilizzare cubotti o cilindri esterni.

 

Queste soluzioni simulano la stessa luce dei faretti riuscendo ad ottenere perfettamente l’effetto voluto.

 

ZONA SPECCHIO:  in questa zona dobbiamo illuminare nel modo corretto senza creare ombre. L’inserimento della sorgente luminosa deve essere effettuato tra la parete e il soggetto da illuminare; così facendo non genereremo zone d’ombra.

Nel caso di faretti ad incasso, cerchiamo sempre di utilizzare almeno 2 unità, per far lavorare al meglio i fasci luminosi.

Ottima soluzione anche la linea luce, anche se io preferisco uno spunto più importante e incisivo come quello dato dai faretti.

 

Questi erano alcuni suggerimenti per illuminare la zona bagno, spesso dimenticata e non presa in considerazione.

Sono sicuro che le foto ti daranno immediatamente idea di quello che ti ho voluto comunicare in questa mail.

 

Ti ricordo che, puoi sempre accedere al nostro METODO LUCE 3D, che sta aiutando tantissimi clienti a realizzare l’illuminazione dei propri sogni.

 

Grazie mille e ci vediamo nella prossima puntata

 

Andrea Dondi.

 

COME REALIZZARE LUCE LINEARE A SCOMPARSA?

COME REALIZZARE LUCE LINEARE A SCOMPARSA?

 

Amici di SB LUX oggi parliamo di uno degli effetti più richiesti dai nostri clienti, ovvero quello a scomparsa sulle pareti.

 

Tanti professionisti ce lo chiedono esplicitamente, molti altri se ne innamorano subito dopo averlo visto tra le foto delle nostre realizzazioni.

 

Ma come si realizza e quali problemi risolve?

 

Innanzi tutto per creare un effetto di questo tipo dobbiamo essere in fase di ristrutturazione o di realizzazione di un cartongesso, solo in queste situazioni possiamo intervenire, interfacciandoci con le maestranze in cantiere.

 

Dobbiamo lasciare una piccola nicchia tra il cartongesso e la parete che vogliamo illuminare, in modo da vedere una “fuga” lunga tutta la lunghezza della stessa.

 

All’interno di questo spazio andiamo ad installare una barra led lineare completa di una lente che permetterà alla luce di uscire con il giusto fascio, per illuminare sia la parete, sia la zona circostante.

 

Questa caratteristica è molto importante, senza questa particolare lente, rischiamo di perdere il 60% della luce all’interno della nostra nicchia.

 

Basterà poi prevedere un alimentatore e il gioco è fatto…

 

Come vedi l’installazione è molto semplice, ma tutto deve partire da un’ottima progettazione.

 

La progettazione ti permette di capire l’effettiva fattibilità e nello stesso tempo, è fondamentale per dare in cantiere tutte le istruzioni di posizionamento e misure.

 

Senza progettazione non si può realizzare questo effetto.

 

Il nostro METODO LUCE 3D ti da la possibilità di seguire i tuoi clienti in modo super preciso, potrai inviargli video e tutte le informazioni su questo tipo di illuminazione.

 

Tantissimi professionisti scelgono il nostro metodo per soddisfare al meglio le esigenze dei propri clienti e fargli vivere un’esperienza unica…

 

Immagina presentarti con un video della loro illuminazione in 3D con commentario e con tutti i calcoli per capire di quanta luce hanno bisogno…

 

…e quante responsabilità ti toglie !

 

Ma andiamo a vedere insieme dove possiamo utilizzare questo effetto a scomparsa.

 

Gli ambienti dove viene più utilizzato sono il corridoio, sala e camera.

 

Il corridoio è perfetto, perché valorizzando la parete mettiamo in evidenza quadri e foto.

 

In sala solitamente scegliamo una parete dove destinare questo scenario, sarà la parete più importante, quella che vogliamo far risaltare.

 

In camera scegliamo sempre al parete sopra il letto, in questo modo sarà utile sia come illuminazione generale, che come illuminazione soft.

 

Se anche tu vuoi accedere al nostro metodo, e vuoi avere più informazioni, scrivi una mail  info@sblux.it 

 

Noi ci vediamo alla prossima puntata !

 

 

 

UNA PARETE RIVESTITA SENZA ILLUMINAZIONE NON è NIENTE !

Una parete rivestita senza l’illuminazione non è niente!

Sono Giuseppe Palamà, mi occupo da anni di pareti rivestite. Da alcuni anni gestisco online un sito (rinnovareconlapietra.com) nel quale volentieri racconto la mia esperienza fatta di tanti lavori, interventi sia nel residenziale che nel commerciale, dove trovano impiego queste soluzioni per arredare in modo efficace questi spazi.

Ancora oggi spesso l’aspetto dell’illuminazione non è preso nella dovuta considerazione. Come recita il titolo di questo articolo infatti,  erroneamente si sottovaluta quello che la luce è in grado di fare, marcando in modo molto sensibile la differenza fra “quattro pietre sbattute sul muro” e un vero e proprio capolavoro.

Un piccolo passo indietro. Avrai sentito parlare di “inganno ottico”. E’ uno stratagemma al quale si ricorre quando vogliamo dare la sensazione di un ambiente più grande di quanto in effetti sia. In altre parole: quando rivestiamo una parete ne modifichiamo il rilievo. Da una parete “monodimensionale” passiamo ad una parete “tridimensionale”, dove grazie alla superficie “a rilievo” otteniamo, orientando sapientemente la luce su di essa, un gioco continuo di luci ed ombre che contribuisce a non dare punti di riferimento all’occhio. In questo modo l’occhio viene “ingannato” e le percezioni volumetriche dell’ambiente vengono alterate. Fin qui la motivazione “tecnica”. Parliamo invece della componente più evidente, quella emozionale.

Dare enfasi ad una parete rivestita significa trattarla come un vero e proprio elemento d’arredo. Se non ne prevedo l’illuminazione sto sostanzialmente vanificando la possibilità di lavorare su questa caratteristica della tri-dimensionalità, banalizzandola e rinunciando a coinvolgerla, come superficie, ad un senso generale di estetica di tutto l’arredamento dell’ambiente.

Nel campo della mia attività,  venendo chiamato quasi sempre ad intervenire in ambienti già abitati o vissuti, mi sforzo anche si suggerire (la dove possibile) l’impiego di sorgenti luminose nascoste. Questo per non andare ad immettere ulteriori frequenze luminose che possano alla lunga affaticare la vista di chi poi in quegli ambienti ci deve vivere. In questo modo “la funzione” dell’illuminazione è quella di “vestire”, completare la superficie del rivestimento. Per farlo spesso ricorriamo a soluzioni che prevedono la realizzazioni di velette che hanno la duplice funzione di: delimitare dandogli un contorno, spezzando la continuità con i soffitti, le pareti rivestite. Dall’altra “nascondere” la sorgente luminosa, proprio per non creare i disagi illustrati prima. Grazie proprio ad Andrea sono venuto a conoscenza della importante funzione delle lenti, che sono in grado cioè di conferire, ad un’illuminazione concepita in questo modo, la capacità di ottenere una “pioggia luminosa” costante su tutta la verticalità della parete rivestita.

Tante sono comunque le possibilità di illuminazione, da quella appena descritta a dei punti luce bidirezionali, o ancora con faretti basculanti orientabili, sia a soffitto che, talvolta, a pavimento. Non escluse le soluzioni anche da esterno, capaci da sole di trasformare in modo molto suggestivo prospetti rivestiti in pietra sia ricostruita che naturale, dotandole di un allure particolare.

Ringrazio quindi Andrea di SB LUX dello spazio concessomi, per ogni esigenza visita il mio sito rinnovareconlapietra.com

Grazie,

Giuseppe Palamà

Rinnovareconlapietra.com

Tel. 337761312

 

COME CREARE EFFETTI WALL WASHER

COME CREARE EFFETTI WALL WASHER … senza utilizzare cartongesso

Oggi parliamo di come creare un effetto “lava parete” senza l’aiuto del cartongesso, ovvero utilizzando una lampada a vista.

Solitamente questi giochi di luce riusciamo a realizzarli solo se utilizziamo corpi illuminanti ad incasso.

Questo particolare effetto piace a moltissimi clienti perché oltre a illuminare in modo diffuso e generale la stanza, mette in risalto rivestimenti e finiture delle nostre pareti.

Possiamo utilizzare questa configurazione  per illuminare pareti tv, pareti letto o zone di passaggio come corridoi e disimpegni.

Da dove partire per ottenere un effetto uguale a quello mostrato nelle nostre foto ?

Dobbiamo chiaramente iniziare dal progetto, ovvero dal nostro METODO LUCE 3D, che permette ai nostri clienti di capire l’effettiva realizzazione, la potenza necessaria e l’aspetto estetico.

Fattore fondamentale è la creazione del punto luce nella posizione corretta, ovvero nell’angolo tra soffitto e parete ad inizio corsa.

Serve portare l’alimentazione in questa precisa posizione perchè è un elemento lineare, pertanto viene sempre alimentato da una delle due “partenze”.

Come detto qui sopra, questa lampada ospitando una sorgente lineare, necessita di alimentatore remoto 24V… nessuna paura, basta individuare una cassetta di derivazione corretta e inserirlo al suo interno; in questo modo avremo la corrente trasformata a dovere.

Questa lampada wall washer è composta da: 

  • profilo in alluminio
  • stripled
  • ottica lenticolare

Il profillo e l’ottica lenticolare vengono tagliati a misura, a seconda della lunghezza della parete in modo da seguire tutto il perimetro in modo corretto.

L’ottica lenticolare è stata progettata appositamente per “lavare la parete” ma allo stesso tempo convogliare la luce all’interno della stanza senza abbagliare ( come potete visionare dalle foto).

In ultima battuta guardiamo insieme le dimensioni… un’altezza totale di soli 5 cm ci permette di renderlo praticamente invisibile!!!

Fornito in colore bianco, possiamo anche consegnarlo grezzo per essere verniciato sul posto.

Con questa lampada farai sicuramente la differenza nei tuoi progetti, essendo una novità  e un articolo in esclusiva di SB LUX avrai la possibilità di differenziarti da tutti.

Se sei interessato a inserire questo profilo wall washer nei tuoi progetti contattaci scrivendo a info@sblux.it  o cliccando i bottoni qui sotto.

Noi ci vediamo alla prossima puntata !

 

 

 

ALLA RICERCA DELLA LAMPADA PERFETTA

ALLA RICERCA DELLA LAMPADA PERFETTA

 

Una lampada può fare luce d’ambiente ma nello stesso tempo illuminare in modo deciso senza abbagliare?

La ricerca della lampada perfetta continua inesorabile e oggi vediamo insieme una soluzione molto particolare che stiamo testando in questo periodo.

Che luce fa?

Partiamo con l’aspetto tecnico… abbiamo scelto di non avere luce diretta, ma di diffonderla su soffitto e pareti, sfruttando il loro coefficiente di riflessione.

La luce indiretta mette d’accordo quasi tutti, soprattutto oggi, dove possiamo creare configurazioni luminose con più accensioni all’interno della stessa stanza.

Grazie a questa tipologia di emissione luminosa, possiamo inserire una sorgente molto potente, dando possibilità al cliente di regolarsela a piacere.

Nel 2019 è fondamentale aggiungere questo valore ad ogni lampada, per sfruttare al meglio ogni differente momento della nostra giornata.

Modulabile?

Un altro aspetto tecnico da inserire è la possibilità di agganciare alla “lampada madre” altri elementi simili per generare ancora più luce e ottenere un effetto decorativo molto importante.

Non avremo bisogno di più punti luce o chissà quali espedienti, basta aggiungere un semplice accessorio di decentramento e il gioco è fatto.

Grazie a questo sistema sfruttiamo la grande creatività dei nostri clienti professionisti, che si divertono liberamente configurando forme sulla parete o sul soffitto.

Ogni progetto è diverso, personale e originale.

Personalizzabile?

E qui torniamo alla caratteristica fondamentale nella ricerca della lampada perfetta… deve essere personalizzabile !

Gli “schermi” che possiamo agganciare alla base possono avere differenti forme, colori, finiture e possono essere customizzati dal cliente.

Oggi è importante dare  ai professionisti strumenti per rendere elastico il loro lavoro, senza vincolarli ad una determinata finitura o scelta stilistica.

Sarà questa la lampada perfetta??

Se vuoi inserirla nei tuoi progetti e conoscere più informazioni ( misure, potenze, disponibilità) contattaci scrivendoci su info@sblux.it …

 

noi ci vediamo in una prossima puntata!

 

 

LUCE DI PRECISIONE

LUCE DI PRECISIONE

Un nuovo micro faretto per ogni evenienza

 

Illuminare in modo preciso senza vedere da dove parte la luce?

Nascondere un corpo illuminante in giardino, su una trave, un capitello e proiettare la luce utilizzando vari fasci luminosi?

Abbiamo provato in anteprima questo micro faretto con staffa, (alto solo 8 cm!! ) e siamo rimasti piacevolmente sorpresi…

 Cosa cambia rispetto ai classici farettini da esterno?

– Design ed estetica:  questa particolare staffa con un design particolare è sicuramente più stabile ed esteticamente piacevole alla vista. Si può installare su ogni lato del faretto per avere sempre il massimo controllo.

– Potenza: a seconda di come lo alimentiamo possiamo arrivare fino a 3W di potenza 500 lm !

– Personalizzazione: in foto lo vedete grezzo, ma puoi averlo nella finitura che preferisci ( alluminio, cromo, verniciato ). Puoi personalizzarlo anche nel colore della luce ( 2700 – 3000- 4000-RGB)

– Grado di protezione: questo faretto arriva fino al grado di protezione IP68.. quindi perfetto per fontane o zone molto umide.

Con un solo faretto puoi realizzare differenti effetti e particolari soluzioni sia in interno che in ambienti esterni molto umidi.

Completamente costruito in Italia verrà presto rilasciato dalla ditta HAZE e potrai ordinarlo o inserirlo nei tuoi progetti. 

Se vuoi avere più informazioni in anteprima, vuoi conoscere il prezzo e sei già pronto già per utilizzarlo scrivi subito a info@sblux.it  !

Noi ci vediamo nella prossima puntata !

 

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?
La sospensione circolare leggera !

Quando parliamo di sospensione di forma circolare, parliamo di uno dei prodotti di tendenza dell’ultimo anno.. ma tantissimi clienti hanno riscontrato diversi problemi.

Ti elenco velocemente i principali: 

Luce: la maggior parte dei produttori non riesce a trovare il giusto equilibrio tra potenza e misure… tante lampade su piccole taglie risultano poco luminose, sulle grandi misure, al contrario, risultano abbaglianti.

Qualità costruttiva: la maggior parte dei produttori, anche italiani, importa brutalmente il prodotto dalla Cina, pertanto la cura del dettaglio è inesistente.. come ad esempio sugli accessori di sospensione.

Prezzo: essendo un prodotto semplice e di grande rotazione, il prezzo deve essere adeguato..ma il mercato ci propone la fascia altissima o bassa; manca la lampada che si inserisce a metà

Partendo da questa analisi, Andrea Dondi, ha disegnato per la ditta HAZE, questo cerchio che si differenzia da tutti gli altri presenti sul mercato.

Te lo spiego velocemente…

Luce: la versione più piccola (90 cm) emette 5000lm, come un vecchio tubo neon 58W, quantità perfetta per illuminare nel modo corretto una stanza o una zona pranzo. Ma come tutti i prodotti HAZE è personalizzabile… puoi avere la luce nel colore che desideri e della potenza che preferisci !

Qualità costruttiva: ogni pezzo è cablato a mano, assemblato a mano e testato singolarmente… neanche da dire, la qualità del prodotto che inserirai nel tuo progetto è ottima !
Vuoi che le sospensioni raggiungano un unico rosone? Si può
Vuoi che le sospensioni siano gestite separatamente? Si può

Basta chiedere…

Prezzo: solitamente in queste mail non parliamo mai esplicitamente di prezzo… ma questa volta vogliamo farlo..

Il prezzo di listino della versione da 90cm, la più venduta, è di solo 774,00 !

Si ho detto listino… se leggi questo articolo è perché hai uno sconto riservato.

Su questa misura è il più basso sul mercato dei prodotti made in Italy.. e anche di molti importati ( come Novalux ad esempio ).

Non voglio farti perdere altro tempo….

Se vuoi avere più informazioni contattaci e ti invieremo tutta la documentazione relativa alla lampada GOOL… potrai anche prendere un appuntamento per visionare i prodotti di HAZE dal vivo !!

Ci vediamo alla prossima puntata !

 

 

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?

GOOL la lampada circolare perfetta?

Illuminazione travi a vista

Illuminazione travi a vista

ILLUMINAZIONE  TRAVI A VISTA – nuovo faretto
Come illuminare ambienti con soffitti inclinati ?

Ti è mai capitato di dover realizzare l’illuminazione in ambienti con soffitti inclinati e travi a vista??

In spazi con queste caratteristiche, molti professionisti tendono a tracciare solo punti luce a parete, alle classiche altezze ( 1,70 – 1,80 ), per l’utilizzo di lampade a parete.

In altri casi vengono creati punti luce a parete più alti per posizionare i classici sistemi a cavo con faretti orientabili.

La scelta in questo ultimo caso è corretta dal punto di vista tecnico, perchè illuminare un ambiente dall’alto verso il basso è sempre la migliore strategia; ma molti clienti definiscono questi sistemi come ” antiestetici”, ” brutti “, ” troppo tecnici”.

Oggi voglio darti una soluzione differente, che ti darà la possibilità di metter d’accordo tutti, sia in termini di estetica che di funzionalità.

Ti parlo di questo faretto particolare a doppio snodo, che da tantissime soddisfazioni a chi lo utilizza.

E’ un corpo illuminante da posizionare sui travi, in appoggio, con una testa orientabile che “guarda” verso il basso e illumina l’ambiente circostante.

Puoi utilizzare la versione singola creando configurazioni entra/esci  oppure puoi installare direttamente la versione doppia sulla stessa base come da foto.

La particolarità di questo faro è il doppio snodo, fondamentale per illuminare l’ambiente. Il primo snodo si trova alla base del faretto e il secondo dietro la testa, in questo modo il fascio di luce sarà completamente orientabile.

Tutti gli altri faretti presenti sul mercato non hanno questa mobilità e caratteristiche. 

“Ok, ma quali caratteristiche tecniche ha?”

Ci sono versioni differenti sia per guanto riguarda dimensioni sia per prestazioni luminose.
Partiamo con il modello base da 800 lm fino ad arrivare ai 3000 lm.
Puoi scegliere il colore ( nero grigio bianco ) e le ottiche ( dai 10° ai 50°).

Questo faretto ti da la possibilità di illuminare piccoli spazi residenziali e grandi spazi commerciali, chiese, musei e qualsiasi spazio di difficile interpretazione.

Il corpo della lampada si nasconde facilmente e la testa di piccole dimensioni ( solo 5cm !! ) è praticamente invisibile.

Ma non voglio farti perdere troppo tempo…. se sei interessato scrivimi e ti darò tutte le informazioni  tecniche e i tuoi costi riservati.

“Ma come faccio a sapere quanti metterne in un ambiente?”

Basta accedere al nostro METODO LUCE 3D, posizioneremo per te i fari, correggeremo insieme i puntamenti e potrai visionare quanta luce ci sarà nel tuo ambiente prima della realizzazione !

Guarda qui il video progetto che abbiamo realizzato con questo faretto a doppio snodo

Noi ci vediamo alla prossima puntata!

 

Illuminazione travi a vista

Illuminazione travi a vista

Illuminazione travi a vista

Illuminazione travi a vista

Illuminazione travi a vista

Illuminazione travi a vista

METODO LUCE 3D